hai aggiunto

  in ordine
Totale Prodotti:
Totale Prodotti MUTUABILI:

hai aggiunto

FERRO GLUCON EG*30CPR EFF 80MG

FERRO GLUCON EG*30CPR EFF 80MG

EG SpA
minsan: 035366018
Vai alla descrizione prodotto

 Prodotto non disponibile

AVVERTENZE
I composti di ferro sono altamente tossici, soprattutto nei bambini piccoli. Questo medicinale deve quindi essere conservato fuori dalla vista e dalla portata dei bambini. Al fine di evitare il rischio di possibile sovradosaggio, e' necessario prestare particolare attenzione all'uso di alimenti o altri integratori contenenti sali di ferro. In casodi infiammazione o ulcerazione preesistente della mucosa gastrointestinale, devono essere valutati i benefici del trattamento rispetto al rischio di peggioramento della malattia gastrointestinale. Il trattamento deve essere preceduto da una precisa diagnosi di anemia sideropenica. La somministrazione di ferro puo' essere tossica, specialmente per ibambini, a dosi superiori ai 400 mg (oltre 5 compresse). Contiene aspartame, sodio 180,91 mg o 8,01 meq, sorbitolo.
CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA
Antianemici a base di ferro bivalente.
CONSERVAZIONE
Conservare a temperatura non superiore a 25 gradi C. Conservare nellaconfezione originale.
CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR
Ipersensibilita' al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti elencati. Disordini del metabolismo del ferro (anemia refrattaria (sindrome mielodisplastica), anemia indotta da piombo, talassemia). Condizioni che portano all'accumulo eccessivo di ferro (emocromatosi, emolisi cronica). Emosiderosi, tutte le forme anemiche non sideropeniche,in particolare anemie emolitiche, pancreatite cronica, cirrosi epatica.
DENOMINAZIONE
FERRO GLUCONATO EG 80 MG COMPRESSE EFFERVESCENTI
ECCIPIENTI
Sorbitolo, acido ascorbico, acido citrico, acido tartarico, sodio bicarbonato, sodio carbonato anidro, sodio saccarinato, aspartame, aroma arancio, giallo arancio (E110).
EFFETTI INDESIDERATI
Frequenze reazioni avverse: molto comune (>= 1/10), comune (da >=1/100a <1/10), non comune (da >=1/1.000 a <1/100), raro (da >=1/10.000 a <1/1.000), molto raro (<1/10.000), non nota. Patologie gastrointestinali. Raro: sensazione di pressione nello stomaco, mancanza di appetito,sensazione di pienezza; una colorazione nera delle feci non ha alcun significato clinico; molto raro: stitichezza all'inizio del trattamento; non nota: nausea, dolore addominale, vomito, diarrea, anoressia, colorazione temporanea dei denti. Vomito, nausea e diarrea, in caso di sovradosaggio, possono essere gravi e complicati da emorragie gastrointestinali. Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo. Non nota: reazioni cutanee (come eruzioni cutanee, orticaria, prurito, eritema e reazioni di fotosensibilita'). Segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione.
GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO
Il prodotto puo' essere somministrato in gravidanza. Il fabbisogno diferro nella seconda parte della gravidanza si aggira approssimativamente intorno ai 6 mg/die. In caso di carenza di ferro, la posologia deveessere adattata in funzione della risposta alla terapia e della tolleranza gastrointestinale. Una dose elevata viene meglio tollerata se suddivisa in 3 o 4 somministrazioni. Il prodotto puo' essere somministrato durante l'allattamento.
INDICAZIONI
Terapia delle anemie da carenza di ferro.
INTERAZIONI
Puo' verificarsi rischio di tossicita' con la penicillamina quando siinterrompe il trattamento con derivati del ferro. I sali di ferro riducono l'assorbimento di tetracicline, penicillamine, composti d'oro, levodopa e metildopa. I sali di ferro interferiscono con l'assorbimentodi antibiotici chinolonici. I sali di ferro riducono l'assorbimento della tiroxina in pazienti in terapia sostitutiva di tiroxina. L'assorbimento del ferro e' ridotto dall'uso concomitante di colestiramina, antiacidi (calcio, magnesio o sali di magnesio) e dall'uso di integratoridi calcio e magnesio. L'assunzione concomitante di sali di ferro e salicilati o farmaci antinfiammatori non steroidei puo' potenziare l'effetto irritante del ferro a livello della mucosa gastrointestinale. Lesostanze leganti il ferro come i fosfati, i fitati o gli ossalati e illatte, il te' e il caffe' inibiscono l'assorbimento del ferro. La vitamina C stimola l'assorbimento del ferro. Quando somministrato contemporaneamente, il ferro riduce l'effetto della vitamina E. I sali di ferro diminuiscono l'assorbimento di zinco. Il ferro non deve essere assunto entro 2-3 ore dopo la somministrazione di una delle sostanze sopraelencate. L'efficacia del medicinale concomitante deve essere controllata.
POSOLOGIA
Il fabbisogno giornaliero nei soggetti adulti (di sesso maschile) e' generalmente 13 mcg/Kg o 1 mg/die. Il fabbisogno giornaliero per soggetti di sesso femminile (mestruazioni normali) e' generalmente di 21 mcg/Kg o 1,4 mg/die. Durante gli ultimi 6 mesi di gravidanza, il fabbisogno aumenta: 80 mcg/Kg/die o, generalmente, dai 5 ai 6 mg/die. Bambini:22 mcg/Kg. In caso di carenza di ferro, la dose deve essere compresaentro 50 e 250 mg/die, secondo il grado di anemia. Adulti: 1 compressaeffervescente al giorno, sciolta in acqua 1/2 ora prima del pasto. Incaso di anemia grave: la dose puo' essere modificata a giudizio del medico sulla base degli esami ematologici da eseguirsi 2 o 3 volte la settimana dopo l'inizio del trattamento. Bambini da 1/2 a 1 compressa aseconda del peso corporeo. Se l'anemia dovesse persistere dopo 3 settimane di trattamento, e' da ricercarsi un'altra causa.
PRINCIPI ATTIVI
Ferro gluconato 695 mg (equivalente a 80 mg di Fe^++).

  • Ritiro in Farmacia Spedizione Gratuita


Form Contatti

inserisci i tuoi dati
inserisci la tua richiesta
compila capcha e informativa privacy